Michele Lomazzi speciale luglio

Assicurazione RCT e RCO: quali sono le differenze?

07/07/2024

La polizza di Responsabilità Civile verso Terzi (RCT) e la polizza di Responsabilità Civile verso Operai (RCO) sono essenziali per tutte le aziende per coprire i rischi associati alla responsabilità civile. In questo articolo, esploreremo cos'è la polizza RCT e RCO, cosa copre, la differenza tra le due, e risponderemo alle domande più comuni su questo tipo di assicurazione


Assicurazione RCT: cos’è e cosa copre?

La polizza RCT (Responsabilità Civile verso Terzi) dell’offerta Wopta per te Artigiani e Imprese protegge l'assicurato dai danni che può causare involontariamente a terzi durante l'esercizio della propria attività imprenditoriale, sia per fatto proprio che dei propri dipendenti, presso la sede indicata in polizza o anche per lavori presso terzi. Questa polizza è fondamentale per proteggere l'assicurato da richieste di risarcimento, il cui importo potrebbe compromettere la stabilità finanziaria dell'attività.

La polizza RCT copre una vasta gamma di danni, inclusi: • Danni materiali: danni a beni e proprietà di terzi. • Danni corporali: lesioni personali causate a terzi. • Danni consequenziali: perdite puramente finanziarie derivanti da danni materiali o corporali coperti dalla polizza (es. interruzione dell’attività).

In relazione all’attività svolta, poi diventano rilevanti tante estensioni della RCT per fatti e danni connessi a: • Danni ai veicoli in consegna e custodia (per meccanici, gommisti, elettrauto, carrozzieri e simili) • Danni conseguenti ad installazione di impianti dopo ultimazione dei lavori (per installatori soggetti al DM 27/2008) • Danni da bagnamento, da cedimento terreno o a condutture (per imprese edili)

Importante quindi personalizzare la copertura RCT, con le estensioni ritenute necessarie, e verificare che l’attività assicurata in polizza sia attinente e coerente con l’esatta attività svolta dall’impresa.


Quali danni non sono coperti da un'assicurazione RCT?

Sebbene l'assicurazione RCT copra una vasta gamma di danni, ci sono alcune esclusioni comuni, come i danni derivanti da obbligazioni contrattuali, quindi non previsti per legge, dall’utilizzo di mezzi a motore soggetti alla RCA o, infine, quelli intenzionali, non involontari. È importante quindi leggere attentamente il contratto di polizza per comprendere tutte le esclusioni specifiche ed eventualmente verificare con l’assicuratore la possibilità di deroghe o estensioni alle coperture.


Polizza RCO: cosa significa e cosa copre?

La polizza RCO (Responsabilità Civile verso Operai), invece, copre i danni subiti dai dipendenti dell'assicurato, o meglio ancora, dai prestatori di lavoro di cui si avvale (potendo infatti includere anche soggetti diversi dai dipendenti), durante l'esercizio delle loro mansioni lavorative. L’assicurazione RCO, a differenza della copertura assicurativa RCT, copre i danni subiti dai prestatori di lavoro durante l'attività lavorativa, inclusi: • Infortuni sul lavoro: lesioni o danni fisici subiti dai lavoratori durante l'esecuzione delle loro mansioni. • Malattie professionali: malattie causate dall'ambiente di lavoro o dalle attività svolte.

In particolare, molte aziende ritengono che l’assicurazione RCO sia inutile, in quanto pensano che i propri dipendenti siano già tutti assicurati con INAIL, ma, oltre al fatto che non tutte le persone che collaborano sono obbligati all’iscrizione INAIL, quest’ultima può esercitare il diritto di rivalsa verso l’azienda ritenuta responsabile, cioè richiedere che l’azienda rimborsi INAIL di quanto corrisposto al danneggiato. La copertura RCO copre anche questo caso


Soggetti assicurati nelle polizze RCT e RCO e dove

Il soggetto assicurato nella polizza RCT è l'individuo o l'azienda che stipula la polizza per proteggersi dai rischi di responsabilità civile verso terzi. Questo soggetto è coperto per i danni involontariamente causati a terzi nell'esercizio delle sue attività d’impresa, nel luogo indicato in polizza e anche presso terzi ovvero al di fuori dei locali aziendali. Verificate bene sulle vostre polizze: molto spesso i lavori presso terzi sono un’estensione alla garanzia di base. Però, con Wopta per te Artigiani e Imprese i lavori presso terzi sono sempre inclusi nella garanzia base.

Nel caso della copertura assicurativa RCO, il soggetto assicurato è il datore di lavoro. Questa assicurazione protegge il datore di lavoro dai rischi legati agli infortuni e alle malattie professionali subite dai dipendenti (o prestatori di lavoro in genere, di cui si avvale nel rispetto delle norme di legge) durante l'esercizio delle loro mansioni. La polizza RCO copre i costi legali e i risarcimenti dovuti ai lavoratori, garantendo così la sicurezza finanziaria dell'azienda in caso di incidenti sul lavoro.


Polizze RCT e RCO: sono obbligatorie?

In genere per le aziende le coperture RCT ed RCO non sono obbligatorie per legge. Però sono spesso richieste per la partecipazione a bandi, sia pubblici che privati. Oppure da specifiche normative di settore per determinati lavori o accesso al credito.

In ogni caso sono coperture indispensabili per tutelare l’azienda da perdite finanziarie, in caso di importanti responsabilità per danni a persone o cose, occorse nell’esercizio dell’attività.